Non è certo con l’ennesimo balzello che salveremo il mondo dall’inquinamento.

L’essere umano con il tempo si adegua a ogni cosa, in fondo: che vuoi che sia la spesa di qualche decina di euro in più all’anno – dando per scontato che come sempre il produttore scaricherà il costo aggiuntivo sull’acquirente – per continuare a godersi la comodità delle bottiglie di plastica in casa?

È poco efficace, dai.

E poi tra l’altro ci sarebbe un metodo migliore secondo me, che se applicato azzererebbe l’utilizzo di plastica nel giro di pochi giorni.

Non dovremmo mettere una tassa – ossia un impedimento poco efficacea monte sulla sua fabbricazione, ma un macigno a valle: una bella burocrazia esasperata, come sappiamo fare noi, per lo smaltimento dei rifiuti plastici che abbiamo in casa.
Si tratta di fare slivellare fino al livello di SSJ Ultra Istinto Mega Super [1] la raccolta differenziata, in sostanza.

Sentite un po’ come suonerebbe bene:

“Le bottiglie di plastica devono essere depositate negli appositi contenitori previa compilazione del modulo 652/BIS, distribuito presso lo sportello apposito del Comune di appartenenza presentandosi dalle 7 alle 10 del terzo mercoledì di ogni mese. Occorre presentarsi muniti di documento d’identità, scontrino di acquisto dei beni da smaltire e attestato di pagamento della Tari dell’anno precedente.
Il modulo dovrà poi essere controllato e validato dal netturbino di quartiere il quale vi rilascerà un codice che, immesso nell’apposita applicazione che dovreste scaricare, vi fornirà un barcode che dovrete stampare e apporre al sacchetto standard contenente la plastica che si intende riciclare: potrete così infine passare il sacchetto sul lettore ottico, in modo da aprire il cassonetto e permettervi di depositate i vostri rifiuti.
Per ritirare il sacchetto standard, invece bisognerà recarsi allo sportello… oh, insomma, fanculo: bevo l’acqua del rubinetto e mi compro delle bottiglie in alluminio da portarmi in giro!

Cordialità,
Il Triste Mietitore


[1] Non ho proprio idea di cosa abbia scritto: dopo Dragon Ball GT non ho più visto nulla.

Previous ArticleNext Article