Quando mi hanno contattato per dare una mano a far conoscere la campagna a sostegno degli infermieri promossa dalla FNOPI (Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche), mi è tornato alla memoria un episodio di quasi 30 anni fa.

Quel giorno stavo girando sul mercato di quartiere con mia madre, mi sembra a comprare calzini e mutande – mai acquistate in vita mia in un luogo diverso – e al centro della strada, in mezzo alle bancarelle, c’era questo infermiere della Croce Rossa, rosso in volto e accaldato visto che era Luglio inoltrato.

Se ne stava lì in piedi, vicino ad una vecchia barella aperta con sopra una teca di plexiglas e un cartello che invitava a fare una donazione a sostegno della Croce.
Ogni tanto, con la voce affaticata dalla calura, ripeteva senza troppa convinzione la frase di rito “Fate una donazione alla Croce Rossa“: un invito rivolto ad una folla che, a giudicare dai pochi spiccioli nella teca, quel giorno era davvero poco attenta.

Sono rimasto ad osservarlo, con mia madre che mi trascinava da una bancarella di mutande ad una di pentolame assortito, almeno una decina di minuti a recitare con tono sempre più stanco e poco convinto la sua litania.

Poi ad un certo punto, non saprei dire se per il caldo, l’esasperazione o un improvviso colpo di genio, si è schiarito la gola e, in un genovese stretto che non sono in grado di trascrivere, ha urlato: “E fatela una belino di donazione, che siamo noi che chiamate quando state male o vostro nonno ha un infarto!“.

E quella frase, non proprio leopardiana come stile ma detta con il cuore, riuscì a toccare le corde di molti, che dalle bancarelle ai lati della strada si affollarono al centro per riempire di monetine e banconote la teca delle donazioni.

#NonChiamateciEroi

Il logo della campagna #NoiConGliInfermieri, da salvare e personalizzare.

La campagna che vi presento e invito a visionare sul sito https://www.noicongliinfermieri.org/ è volta a sostenere gli infermieri, che in questi mesi così difficili per tutti sono stati definiti “eroi” e ci tengono fortemente ad essere visti per ciò che sono: uomini e donne che hanno affrontato tutto questo e continuano ad affrontarlo con dignità, professionalità e competenza così come con paure, sofferenze e voglia di riemergere, perseguendo un fine comune, ossia la cura di tutti noi.

Sul sito si può scegliere di donare a sostegno delle famiglie degli infermieri deceduti, di aiutare a tornare alla normalità pagando le spese mediche e riabilitative degli infermieri che si sono ammalati o dare una mano a quelli che per via della quarantena hanno dovuto allontanarsi dai propri cari.

Gli infermieri sono una categoria che è stata ed è ancora in prima linea in questa guerra contro il Covid e non si è mai tirata indietro, pagando in molti casi un prezzo altissimo: e fatela una belino di donazione!

Cordialità,
Il Triste Mietitore

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *